Do not bring flowers to my funeral.

Darkness cannot hurt memories.

When you turn, the roses

you severed for me

take the color of the shadow

and they pose blind in the ossuary of the poor’s,

in the corner full of sacks with no space

to nail anything to the wall.

 

There is no space anymore for the grave

where my dress descend at dusk.

I sewed mine in advance

and its lace on the back sweeps the floor,

in case a halo should stay,

or the wall will loose some of its sea salt.

 

Do not bring flowers on my grave.

 

I have collected many

on the train of my dress today.

Time is this.

It has been enough to pass by

Translation by Pietro Federico

Al mio funerale non portatemi fiori.

I ricordi non patiscono il buio.

Quando volti, le rose

che hai reciso per me

prendono il colore dell’ombra

e cieche posano all’ossario dei poveri,

dei sacchi all’angolo dove posto non c’è

per un chiodo al muro.

 

Non c’è più spazio alla tomba

dove l’abito la sera scende.

L’ho cucito in anticipo il mio

e la coda spolvera di pizzo il pavimento,

nel caso rimanga un alone

o il muro perda di salsedine.

 

Alla mia tomba non portatemi fiori.

 

Ne ho raccolti parecchi

sul mio strascico oggi.

Il tempo è questo.

È bastato passare

per trascinare dietro radici.